Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Codice appalti, la data del bando decide l'applicazione della riforma

Codice appalti, la data del bando decide l'applicazione della riforma
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
13
OTT 17

Le disposizioni del nuovo Codice dei contratti si applicano alle procedure per le quali i bandi o avvisi risultano pubblicati posteriormente alla sua entrata in vigore ovvero, nel caso di contratti senza pubblicazione di bandi o avvisi, alle procedure in relazione alle quali, alla predetta data, non risultano ancora inviati gli inviti a presentare le offerte. Lo ribadisce la sezione regionale di controllo per la Sicilia della Corte dei conti con la deliberazione n. 141/2017.

Il quesito Sembrava che la questione avesse trovato una soluzione condivisa, visto anche il lasso di tempo dall' entrata in vigore del nuovo Codice, ma a quanto pare così non è se un sindaco ha chiesto un parere in merito possibilità di riconoscere gli incentivi per funzioni tecniche al direttore dell' esecuzione per i servizi già contrattualizzati e in corso di esecuzione alla data di entrata in vigore del Dlgs 50/2016. Più in dettaglio, ha chiesto se è possibile in questi casi riconoscere gli emolumenti previsti per lo svolgimento delle funzioni tecniche relative alla direzione dell' esecuzione, all' attività di responsabile unico per la vigilanza e alla conformità del servizio, anche se non ricompresi negli stanziamenti e nei quadri economici previsti per la realizzazione dei servizi in quanto progettati e appaltati prima dell' entrata in vigore del nuovo Codice. In caso positivo, il sindaco ha chiesto quali debbano essere le modalità con cui far fronte alle relative necessità finanziarie.
Il criterio La sezione siciliana della Corte dei conti non può che ribadire l' orientamento negativo, alla luce della corretta interpretazione dell' articolo 113 del Codice, il cui comma 1 mette in carico agli stanziamenti previsti per i singoli appalti gli oneri inerenti la progettazione, direzione lavori ovvero direttore dell' esecuzione, vigilanza, collaudi tecnici e amministrativi ovvero verifiche di conformità, collaudo statico, studi e ricerche connessi, progettazione dei piani di sicurezza e di coordinamento e coordinamento della sicurezza, prestazioni professionali e specialistiche necessari per la redazione di un progetto esecutivo. A valere sui predetti stanziamenti, le amministrazioni aggiudicatrici destinano a un apposito fondo le risorse finanziarie in misura non superiore al 2% per le funzioni tecniche svolte dai dipendenti.
Le questioni di diritto intertemporale, afferma la sezione, sono state sciolte dall' articolo 216 del Codice, che al comma 1 ha sancito il principio generale secondo cui le nuove norme si applicano alle procedure e ai contratti per i quali i bandi o avvisi con cui si indice la procedura di scelta del contraente siano pubblicati successivamente alla data della entrata in vigore del Codice nonché, in caso di contratti senza pubblicazione di bandi o di avvisi, alle procedure e ai contratti in relazione ai quali, alla data di entrata in vigore, non siano ancora stati inviati gli inviti a presentare le offerte. Il principio di ultrattività, come ha già affermato il Consiglio di Stato, si riferisce a tutte le disposizioni del Codice, con le sole eccezioni elencate nello stesso articolo 216, e vincola l' interprete ad attenersi alla stretta applicazione della specifica disciplina transitoria, che per questo non è suscettibile di incertezze interpretative.

 

A cura di Quotidiano Enti Locali e PA (Sole 24 Ore) del 12/10/2017 - autore AMEDEO DI FILIPPO


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa ai sensi dell’art.13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 in materia di protezione dei dati personali
Gentile utente, ti informiamo che ai sensi dell’art.13 del decreto legislativo n. 196/03 i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente (ed eventualmente con strumenti diversi da quelli elettronici per la gestione delle prenotazioni) dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs. n. 196/2003 ai recapiti sopra indicati; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali.  Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa e autorizzo il trattamento
Certiquality
ISO 9001:2008
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2014
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it