Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Modificazioni soggettive in corso di gara: la sentenza del CdS

Modificazioni soggettive in corso di gara: la sentenza del CdS
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
12
SET 17

Il Consiglio di Stato, Sez. V, con la sentenza n. 4086 del 28 agosto 2017, si è pronunciato sulla possibilità o meno della previsione di modificazioni soggettive nel corso dello svolgimento di una gara d'appalto, nonché nell'ipotesi del fallimento di una delle società aderenti all'A.T.I. partecipante alla gara.

I giudici di Palazzo Spada, nella controversia in questione, hanno richiamato un proprio precedente (Cons. Stato, V, 20 gennaio 2015, n. 169), secondo cui, se da un lato sono vietate modificazioni della composizione delle ATI nella fase procedurale che intercorre tra la presentazione delle offerte e la definizione della procedura di aggiudicazione, dall'altro è consentito pur sempre il recesso di una o più imprese partecipanti all’ATI medesima.
In particolare, è stato rilevato che il recesso è  consentito “a condizione che quelle che restano a farne parte risultino titolari, da sole, dei requisiti di partecipazione e di qualificazione e che ciò avvenga per esigenze organizzative proprie dell'A.t.i. o Consorzio, e non invece per eludere la legge di gara e, in particolare, per evitare una sanzione di esclusione dalla gara per difetto dei requisiti in capo al componente dell'a.t.i. venuto meno per effetto dell'operazione riduttiva (Cons. Stato, Ad .Plen., n. 8/2012)”.
Infine, come logica conseguenza di quanto affermato, il Collegio ha fatto valere un ulteriore principio secondo cui sussiste comunque un obbligo di generale e tempestiva comunicazione alla stazione appaltante delle vicende relative ai componenti dell’ATI, affinché questa possa porre in essere tutte le valutazioni del caso e quindi determinarsi circa la sussistenza o meno delle condizioni per la permanenza dell’ATI medesimo nella procedura di gara (Cons. Stato, V, 2 marzo 2015, n. 986).

 

A cura di giurdanella.it del 06/09/2017

Allegati

File pdf n.-04086-2017-reg.prov.coll. - 425.62 kB
12/09/2017 09:42

Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti
Informativa ai sensi dell’art.13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 in materia di protezione dei dati personali Gentile utente,
ti informiamo che ai sensi dell’art.13 del decreto legislativo n. 196/03 i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente (ed eventualmente con strumenti diversi da quelli elettronici per la gestione delle prenotazioni) dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs. n. 196/2003 ai recapiti sopra indicati; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali.  Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa e autorizzo il trattamento
Certiquality
ISO 9001:2008
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2014
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it