Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Contratto di avvalimento, prestazioni formalizzate

Contratto di avvalimento, prestazioni formalizzate
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
14
LUG 17

Rischia la sanzione per appalto illecito (da 5.000 a 50.000 mila euro) l' impresa che, mediante contratto di avvalimento, si avvale delle prestazioni di lavoro dei dipendenti di altra impresa senza regolare formalizzazione.

Lo precisa l' ispettorato nazionale del lavoro (Inl) nella nota prot. n. 5504/2017, in risposta a un quesito. Con il contratto di avvalimento, istituto di origine comunitaria (art. 89 del decreto legislativo n. 50/2016, ex art. 49 decreto legislativo n. 163/2006), l' impresa che intende partecipare a una gara per l' affidamento di un appalto pubblico per il quale è richiesto il possesso di determinati requisiti può avvalersi dei requisiti di un' altra impresa, a prescindere dalla natura giuridica dei vincoli che tra loro intercorrono. Con tale contratto, l' impresa che «presta» i propri requisiti (impresa ausiliaria) si impegna formalmente, sia nei confronti della stazione appaltante e sia nei confronti dell' impresa partecipante alla gara (impresa ausiliata), a mettere a disposizione di quest' ultima, per l' intera durata dell' appalto, tutto il necessario aziendale. Tra le risorse rese disponibili, oltre a mezzi e attrezzature, rientrano pure i lavoratori dipendenti. Su tale aspetto l' Inl precisa che, anche nell' ipotesi in cui il contratto di avvalimento non venga successivamente «formalizzato» in un regolare contratto di appalto/subappalto tra le imprese, il corretto impiego dei lavoratori dipendenti dell' impresa ausiliaria va sempre valutato in base all' art. 29 del decreto legislativo n. 276/2003, in materia di appalto. Pertanto, spiega l' Inl, la disciplina del decreto legislativo n. 50/2016 non va intesa come una deroga al regime sanzionatorio dell' art. 18 del decreto legislativo n. 276/2003 legato all' art. 29 del decreto legislativo n. 276/2003, nel caso in cui, in sede di accertamento ispettivo, venga riscontrato tra impresa ausiliaria e impresa ausiliata un appalto non genuino. Infine, l' Inl precisa che, oltre a tale ipotesi, nel caso in cui il contratto di avvalimento preveda il distacco di personale, da parte dell' impresa ausiliaria a favore dell' impresa ausiliata, trova applicazione la disciplina di cui all' art. 30 del decreto legislativo n. 276/2003 con relativi obblighi di comunicazione (entro 5 giorni).

 

A cura di Italia Oggi del 14/07/2017 pag. 31 - autore Carla De Lellis

 


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti
Informativa ai sensi dell’art.13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 in materia di protezione dei dati personali Gentile utente,
ti informiamo che ai sensi dell’art.13 del decreto legislativo n. 196/03 i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente (ed eventualmente con strumenti diversi da quelli elettronici per la gestione delle prenotazioni) dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs. n. 196/2003 ai recapiti sopra indicati; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali.  Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa e autorizzo il trattamento
Certiquality
ISO 9001:2008
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2014
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it