Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Codice dei contratti e Sblocca Cantieri: il nuovo Regolamento unico tra obblighi e sospensioni

Codice dei contratti e Sblocca Cantieri: il nuovo Regolamento unico tra obblighi e sospensioni
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
10
LUG 19

Come previsto dal comma 27-octies, art. 216 del D.Lgs. n. 50/2019 (c.d. Codice dei contratti), introdotto dall’articolo 1, comma 20, lettera gg4) del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32 (c.d. Sblocca Cantieri) convertito dalla legge 14 giugno 2019, n. 55, entro il 16 ottobre 2019 dovrà essere predisposto un regolamento unico che sostituirà buona parte di linee guida e decreti precedentemente previsti nel Codice.

Fin qui tutto (quasi) corretto, rimanendo il dubbio di cosa accadrà nelle more della definizione del Regolamento unico ai decreti e alle linee guida che non facendo riferimento alle procedure di infrazione comunitaria nn. 2017/2090 e 2018/2273 (per le quali è stato previsto il loro aggiornamento) non potranno più essere aggiornate dall'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT).
Ma non solo. Lo Sblocca Cantieri, oltre a modificare puntualmente alcuni articoli del Codice dei contratti, ha anche previsto la sospensione di alcune disposizioni che hanno costituito la colonna portante della riforma del 2016, ovvero:

A queste si aggiungono altre sospensioni di natura procedurale (sempre fino al 31 dicembre 2020), che prevedono il blocco dell'applicazione:

Considerato che queste sospensioni termineranno il 31 dicembre 2020 e che l'art. 1, comma 2 dello Sblocca Cantieri prevede che entro il 30 novembre 2020 il Governo presenti alle Camere una relazione sugli effetti della sospensione, al fine di consentire al Parlamento di valutare l’opportunità del mantenimento o meno della sospensione stessa, è lecito farsi qualche domanda su come il MIT deciderà di approcciarsi al nuovo Regolamento Unico. Il Tavolo tecnico sta già, infatti, lavorando sulla sua stesura ma non è chiaro se:

Insomma, se lo Sblocca Cantieri aveva l'obiettivo di rendere stabile l'impianto normativo e se è vero il detto che il buongiorno si vede dal mattino, non si prevedono tempi buoni per il settore dei lavori pubblici.
 

A cura di LavoriPubblici.it del 10.07.2019 - autore Ing. Gianluca Oreto


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2015
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2017
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy