Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


I requisiti dell'ausiliaria non escludono dalla gara

I requisiti dell'ausiliaria non escludono dalla gara
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
26
FEB 19

È illegittima l' esclusione automatica di un concorrente che trovi la sua giustificazione nella mancanza di un requisito essenziale in capo all' impresa ausiliaria.

La stazione appaltante, che rinvenga un motivo di esclusione in capo all' ausiliaria, infatti, deve riconoscere all' operatore economico la facoltà di procedere alla sostituzione della stessa, in applicazione dell' articolo 89, terzo comma, del Dlgs n. 50 del 2016, che ammette la sostituzione dell' imprese ausiliarie carenti dei requisiti generali di cui all' articolo 80 Dlgs n. 50 del 2016. In presenza di una causa di esclusione 'mediata', ossia riconducibile all' ausiliaria e non già direttamente in capo all' impresa concorrente, infatti, la stazione appaltante, prima di disporre l' esclusione, è tenuta a mettere l' operatore economico nelle condizioni di procedere alla sostituzione dell' ausiliaria. Tanto è stato stabilito dalla Sezione terza del Tar Napoli con la sentenza n.713 dello scorso 8 febbraio .

I fatti di causa Nell' ambito di una procedura aperta per l' affidamento del servizio quinquennale di igiene urbana, l' amministrazione aggiudicatrice procedeva all' esclusione dell' operatore economico, in quanto si era avvalso dei requisiti di un' impresa immeritevole di contrarre con la Pa. In particolare, dall' esame della Commissione di gara risultava che l' impresa ausiliaria fosse stata coinvolta in procedure di revoca per motivi legati a problemi sul servizio o Durc irregolari e che risultava inficiata la professionalità e la affidabilità richiesta per l' espletamento del servizio oggetto di gara.

L' impresa esclusa, con ricorso innanzi al Tar campano, impugnava il provvedimento di esclusione, lamentando la violazione dell' articolo 89, terzo comma, del Dlgs n. 50 del 2016, in quanto la stazione appaltante non avrebbe consentito di sostituire l' operatore ritenuto non affidabile con altro operatore. Il Tar, pertanto, si interrogava in ordine all' immediata esclusione di un concorrente per ragione afferenti l' impresa ausiliaria. Posizione del Tar Con la sentenza n. 713 dell' 8 febbraio 2019, il Tar Napoli accoglie il ricorso elaborando il seguente ragionamento. Il Collegio, preliminarmente, precisa che le vicende riguardanti l' impresa ausiliaria sono logicamente e giuridicamente destinate a ripercuotersi sul concorrente; pertanto, non può ammettersi che quest' ultimo possa partecipare alla gara con i requisiti di un soggetto immeritevole di contrarre con la Pa e carente dei requisiti generali ex articolo 80.

Tuttavia, i fatti ascrivibili al comportamento dell' ausiliaria non determinano automaticamente la sanzione espulsiva, ma la stazione appaltante deve ammettere la sostituzione dell' ausiliaria, in applicazione dell' articolo 89, terzo comma, del Dlgs n. 50 del 2016. La sostituzione dell' ausiliaria durante la gara è istituto derogatorio al principio dell' immodificabilità soggettiva del concorrente nel corso della procedura, ma risponde all' esigenza di evitare l' esclusione dell' operatore per ragioni a lui non direttamente riconducibili e di stimolare il ricorso all' avvalimento. In presenza di una causa 'mediata' di esclusione del concorrente, ossia in caso di mancanza - sia originaria che sopravvenuta - del requisito di partecipazione messo a disposizione dall' impresa ausiliaria, all' operatore economico dovrà essere sempre concessa la possibilità di procedere alla sostituzione dell' ausiliaria. Tale causa di esclusione, infatti, non è riconducibile al concorrente il quale, pertanto, per volontà di legge, non ne deve subire le conseguenze. Per tali ragioni, con la pronuncia in commento, il Collegio ha accolto il ricorso e, conseguentemente, ha annullato il provvedimento di esclusione.

A cura di Quotidiano Enti Locali e PA (Sole 24 Ore) del 26/02/2019 – autore ANTONIO NICODEMO


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2008
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2014
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy