Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Gara senza gestore uscente

Gara senza gestore uscente
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
16
NOV 18

Annullata. È inefficace l' aggiudicazione del servizio effettuata dall' amministrazione all' esito di una procedura ristretta in economia cui è invitato il gestore uscente, risultato peraltro vincitore: negli appalti sotto soglia Ue, infatti, il principio di rotazione è fondamentale e la nuova partecipazione di chi ha già gestito l' attività costituisce soltanto un' eccezione da motivare in modo adeguato. Lo confermano le linee guida aggiornate dell' autorità nazionale anticorruzione: la deroga può scattare unicamente di fronte a particolari condizioni del mercato. Così la sentenza 1412/18 del Tar Puglia-Lecce, sez. I. Accolto il ricorso dell' impresa concorrente: cancellata la concessione fra il ministero e il rivale per la gestione del bar nell' ufficio pubblico. E ciò perché il principio di rotazione serve a evitare la formazione di rendite di posizione nei rapporti con la p.a: chi ha già ottenuto l' affidamento del servizio si avvantaggia delle informazioni acquisite durante le attività svolte. E dunque nelle procedure ex art. 36 codice appalti il gestore uscente può partecipare solo se il numero di operatori sul mercato è molto ridotto oppure l' ente committente molto soddisfatto del lavoro in termini di prezzo ed esecuzione senza criticità. Proprio negli appalti sotto soglia risulta maggiore il rischio che possano consolidarsi posizioni anticoncorrenziali. La stessa Anac ha ammesso che la rotazione fra le imprese può essere esclusa solo quando il nuovo affidamento avviene con una gara vera e propria o comunque risulta aperto al mercato. Nel nostro caso il ministero pone una restrizione: possono essere invitate alla procedure soltanto le imprese iscritte al portale Mepa, il mercato elettronico degli acquisti per la p.a., tanto che sono esclusi quattro delle dieci imprese che avevano manifestato interesse a partecipare. Risulta dunque contraddittoria la motivazione adottata dall' amministrazione che da una parte riduce la platea dei potenziali partecipanti e dall' altra giustifica l' invito al gestore uscente sul rilievo del ridotto numero di adesioni alla procedura. Spese di lite compensate.

 

A cura di ItaliaOggi del 16/11/2018 pag. 37 - autore Dario Ferrara


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2008
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2014
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy