Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Atti di gara, decide la stazione appaltante

Atti di gara, decide la stazione appaltante
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
26
OTT 18

Le linee guida Anac non vincolanti non si possono assumere a parametro di legittimità delle decisioni adottate dalle stazioni appaltanti con gli atti di gara; non fissano regole prescrittive ma solo ricognitive di principi generali.

È quanto ha affermato il Consiglio di stato, sezione quinta, con la sentenza del 22 ottobre 2018, n. 6026 rispetto a una lettera di invito in cui si eccepiva, nel ricorso, l' indebita commistione fra requisiti soggettivi del concorrente e requisiti oggettivi dell' offerta risultante dalla lex specialis e un sistema di attribuzione dei punteggi non conforme alle linee guida Anac n. 2. I giudici hanno affermato che non ha pregio evidenziare la discrasia fra la legge di gara e le prescrizioni di cui alle linee guida dell' Anac n. 2 del 21 settembre 2016 in tema di offerta economicamente più vantaggiosa. Per il Consiglio di Stato, si tratta «pacificamente di linee guida non vincolanti (le quali traggono la propria fonte di legittimazione nella generale previsione di cui al comma 2 dell' articolo 213 del nuovo Codice dei contratti) che non risultano idonee a rappresentare parametro di legittimità delle determinazioni adottate dalle singole stazioni appaltanti nella fissazione delle regole di gara». Le linee guida, quindi, lungi dal fissare regole di carattere prescrittivo, «si atteggiano soltanto quale strumento di regolazione flessibile, in quanto tale volto all' incremento dell' efficienza, della qualità dell' attività delle stazioni appaltanti». Il Consiglio di stato ha messo in evidenza uno dei limiti della cosiddetta soft law (emerso copiosamente anche nella consultazione pubblica sul codice dei contratti pubblici lanciata la scorsa estate dal ministro Toninelli): si tratta, nel caso delle linee guida, di testi «ricognitivi di princìpi di carattere generale, ivi compreso quello della lata discrezionalità che caratterizza le scelte dell' amministrazione in punto di individuazione degli elementi di valutazione delle offerte». Da ciò si desume che le scelte della stazione appaltante «non possono essere censurate in giudizio se non in caso di palesi profili di irragionevolezza e abnormità (nel caso di specie non ravvisabili)».

 

A cura di Italia Oggi del 26/10/2018 pag. 44


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2015
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2017
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy