Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Appalti pubblici che promuovono innovazione al centro del programma europeo Cosme

Appalti pubblici che promuovono innovazione al centro del programma europeo Cosme
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
19
SET 18

È dedicata principalmente ad amministrazioni pubbliche centrali, regionali e locali - ma aperta anche alle organizzazioni profit e non-profit, alle università e ai centri di ricerca - l' invito a presentare proposte lanciato dal programma europeo Cosme, che riguarda il co-finanziamento di consorzi per gli appalti pubblici di innovazione.

Il budget Il budget disponibile è pari a 4 milioni di euro, il cofinanziamento massimo dell' Ue può arrivare al 90% dei costi ammissibili e le proposte devono essere presentate entro l' 11 dicembre 2018. Questi gli obiettivi dell' iniziativa: - incoraggiare la cooperazione tra gli acquirenti pubblici per promuovere l' uso degli appalti per contribuire allo sviluppo dell' innovazione; - utilizzare gli appalti pubblici come meccanismo per pilotare l' innovazione in settori di forte interesse come l' energia pulita (che contribuisce agli obiettivi di Parigi per combattere il cambiamento climatico) o l' assistenza sanitaria; - collegare e stabilire sinergie con progetti di ricerca e innovazione finanziati dall' Ue (tramite Horizon 2020, Cosme o altri programmi di finanziamento) ogniqualvolta possibile.
I consorzi Concretamente il bando sostiene la creazione di consorzi di acquirenti pubblici di almeno due Paesi ammissibili. I consorzi dovranno progettare e attuare una misura di appalto pubblico per l' innovazione. Gli acquirenti membri del consorzio acquisiranno le soluzioni innovative individuate, eventualmente in modo congiunto, nel rispetto delle norme Ue e di quelle nazionali sugli appalti pubblici. I consorzi che si candidano devono essere in grado di dimostrare che le soluzioni previste con l' appalto sono nuove per l' acquirente pubblico, che non sono ancora disponibili su una base commerciale di vasta scala e che la soluzione (o le soluzioni) può essere di interesse per gli acquirenti di altri Stati Ue. La proposta progettuale deve prevedere attività specifiche precisate nel bando.
La fase preparatoria È essenziale che le proposte definiscano una fase preparatoria per identificare chiaramente, dare priorità e sviluppare le esigenze del cliente. I progetti devono impegnarsi in discussioni iniziali con gli utenti immediati (e possibilmente quelli finali) e altri che potrebbero essere interessati dall' investimento proposto. Attraverso questa valutazione, gli acquirenti pubblici devono anche determinare lo stato dell' arte delle soluzioni potenzialmente disponibili sviluppando approfondite «consultazioni di mercato» che coinvolgono la catena di approvvigionamento, accompagnate da un annuncio pubblicato almeno in inglese tramite un avviso di pre-informazione nella Gazzetta Ufficiale dell' Unione europea.
Le altre iniziative Inoltre, gli acquirenti pubblici devono sviluppare specifiche comuni per l' acquisto di soluzioni innovative. Inoltre potranno essere svolte alcune altre attività:

 

A cura di Quotidiano Enti Locali e PA (Sole 24 Ore) del 18/09/2018 - autore MARIA ADELE CERIZZA


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2008
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2014
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy