Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Dal bando all’aggiudicazione: La Guida UE per evitare errori nelle gare d’appalto

Dal bando all’aggiudicazione: La Guida UE per evitare errori nelle gare d’appalto
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
07
SET 18

La Commissione Europea ha pubblicato nel mese di febbraio la guida “Public procurement guidance for practitioners on avoiding the most common errors in projects funded by the European Structural and Investment Funds” che è stata, recentemente, tradotta anche in lingua italiana con il titolo “Orientamenti in materia di appalti pubblici per professionisti su come evitare gli errori più comuni nei progetti finanziati dai Fondi strutturali e d’investimento europei”.

La guida nasce per sostenere i funzionari pubblici in tutta l'UE al fine di evitare gli errori più frequenti e per adottare le migliori pratiche in materia di appalti pubblici relativamente ai progetti finanziati da fondi strutturali e di investimento europei (fondi SIE) e oltre. Gli appalti pubblici svolgono un ruolo chiave nell'attuazione di tali investimenti dell'UE ed è un elemento essenziale del mercato unico, rappresentando non meno del 19% del PIL dell'UE. Dopo una prima edizione di grande successo, la nuova versione del mese di febbraio 2018 è stata aggiornata con la recente legislazione dell'UE e spiega come sfruttare al meglio le opportunità offerte dalle direttive sugli appalti pubblici rivisitate nel 2014. Con l’aiuto della guida è possibile identificare ed evitare aree di potenziale rischio di errori negli appalti pubblici, una delle principali fonti di irregolarità nella gestione dei fondi UE.
La "Guida per i professionisti per evitare gli errori più comuni negli appalti pubblici di progetti finanziati dai fondi strutturali e di investimento europei" contiene suggerimenti pratici, serie di buone pratiche, esempi di vita reale, spiegazioni su argomenti specifici, studi di casi e modelli e collegamenti utili per aiutare coloro che sono coinvolti nella gestione quotidiana dei progetti sostenuti dall'UE. Descrive anche gli errori più comuni e spiega come evitarli e come gestire ogni situazione.

La guida contiene i seguenti paragrafi:

Glossario degli acronimi
Prefazione
Introduzione - Come utilizzare gli orientamenti 8
Modifiche principali introdotte dalla direttiva sugli appalti pubblici 2014/24/UE
1. Preparazione e pianificazione
2. Pubblicazione e trasparenza
3. Presentazione delle offerte e selezione degli offerenti
4. Valutazione delle offerte e aggiudicazione
5. Esecuzione del contratto di appalto
6. Strumentario

La Guida ha una funzione di orientamento e va considerata come un supporto e non sostituisce procedure e regolamenti interni ma non è un manuale d’istruzioni su come ottemperare alle prescrizioni stabilite dalla direttiva 2014/24/UE. Gli orientamenti contenuti nella Guida sono strutturati seguendo le fasi principali di una procedura di appalto pubblico, dalla pianificazione all’esecuzione del contratto di appalto (Preparazione e pianificazione; Pubblicazione e trasparenza; Presentazione delle offerte e selezione degli offerenti; Valutazione delle offerte e aggiudicazione; Esecuzione del contratto d’appalto), ed evidenziano le questioni a cui prestare attenzione e i potenziali errori da evitare, nonché metodi o strumenti specifici da utilizzare. Di particolare interesse il paragrafo 6 relativo:

Gli orientamenti esposti nella guida accompagnano i funzionari responsabili degli appalti lungo le diverse fasi della procedura, evidenziando le situazioni nelle quali vengono solitamente commessi errori e mostrando il modo in cui è possibile evitarli.
In tutti i paragrafi i possibili rischi di errori sono segnalati con il punto esclamativo ed in box colorati in rosso mentre sono segnalati con il simbolo della spunta ed in box colorati in verde i consigli specifici.

 

A cura di Redazione LavoriPubblici.it del 07/09/2018


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2008
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2014
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy