Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Oneri di sicurezza, illegittima l'esclusione per appalti di servizi sociali sotto la soglia di 750mila euro

Oneri di sicurezza, illegittima l'esclusione per appalti di servizi sociali sotto la soglia di 750mila euro
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
03
SET 18

Agli appalti aventi ad oggetto l' affidamento diservizi sociali di importo inferiore alla soglia di 750.000 euro non si applicano in sede di aggiudicazione le puntuali disposizioni del Codice degli appalti.

E quindi neanche la disposizione di cui all' articolo 95, comma 10, inerente la necessaria indicazione degli oneri di sicurezza. Pertanto in tali procedure è illegittima la sanzione dell' esclusione dell' impresa che omette di indicare nella propria offerta gli oneri in questione. Lo stabilisce il Tar Calabria con la sentenza n. 1460/2018 .
Il Caso Il casus belli si riferisce ad una gara di servizi. Nella specie l' affidamento ha ad oggetto la gestione di servizi educativi territoriali per l' infanzia (ludoteche comunali). La ricorrente ha impugnato il provvedimento con cui, malgrado si fosse collocata al primo posto della graduatoria, è stata esclusa dalla gara per non aver dichiarato, in sede di offerta economica, l' importo relativo agli oneri della sicurezza «interni». Ad avviso della ricorrente l' illegittimità della sua esclusione è da riferire alla violazione delle disposizioni che prevedono per gli appalti (come quello in questione) riservati alle cooperative sociali, l' applicazione del cosiddetto «regime alleggerito» che non contempla l' applicazione dell' articolo 95, comma 10, la cui violazione (nella specie) ha determinato l' esclusione della ricorrente. La tesi è stata condivisa dal Giudice territoriale che ha accolto il ricorso.
La decisione Il Giudice amministrativo ai fini del decidere conferisce particolare rilevanza alla portata applicativa dell' articolo 142, comma 5 octies, del Dlgs n. 50 del 2016, a norma del quale la procedura di gara avente ad oggetto servizi sociali è soggetta a «quanto previso dall' articolo 36 Dlgs n. 50/2016» e, quindi, esclusivamente al rispetto dei principi «di cui agli articoli 30, comma 1, 34 e 42, nonché al rispetto del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti e in modo da assicurare l' effettiva possibilità di partecipazione delle microimprese, piccole e medie imprese». Soltanto per gli appalti superiore alle soglie di cui all' articolo 35, il comma 5- septies del citato articolo 142 prevede espressamente l' applicazione anche di altre disposizioni tra cui quella di cui all' articolo 95, comma 10, inerente la necessaria indicazione degli oneri di sicurezza.
Il Tar Calabria chiarisce peraltro che la conclusione a cui si giunge in forza delle coordinate normative richiamate corrisponde all' orientamento giurisprudenziale già maturato sotto la vigenza del precedente Codice degli appalti, laddove è stato ritenuto, con riferimento agli appalti aventi ad oggetto l' affidamento dei servizi sociali, che «non trovano applicazione, in sede di aggiudicazione, le puntuali disposizioni del Codice» (così Tar Calabria, Catanzaro, Sezione II, sentenza 21 ottobre 2015, n. 1620). La decisione del Tar Calabria arricchisce il dibattito sulla portata escludente dell' omessa indicazione degli oneri della sicurezza consentendo di ritenere che in fattispecie analoghe a quella affrontata dalla sentenza in commento l' omissione in questione non è causa di esclusione. 

 

A cura di Quotidiano Enti Locali e PA (Sole 24 Ore) del 03/09/2018 - autore GIOVANNI F. NICODEMO


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2015
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2017
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy