Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Albo commissari, bandi tipo e procedure informatiche aprono l'autunno degli appalti

Albo commissari, bandi tipo e procedure informatiche aprono l'autunno degli appalti
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
14
AGO 18

Le stazioni appaltanti si preparano alle numerose scadenze dell' autunno che determineranno importanti novità nella gestione degli appalti.

Le amministrazioni devono infatti tener conto di alcuni termini previsti dallo stesso codice dei contratti pubblici (e sui quali non è intervenuto il Milleproroghe), nonché dell' attivazione di alcuni macro-processi gestiti dall' Anac. Bandi tipo per i servizi di ingegneria e architettura La prima scadenza importante riguarda l' obbligo di utilizzo del bando-tipo n. 3 nelle procedure di affidamento dei servizi di ingegneria e di architettura, adottato dall' Autorità nazionale anticorruzione e reso noto nei primi giorni di agosto.
Le amministrazioni devono applicare lo schema di disciplinare una volta decorsi quindici giorni dalla pubblicazione dello stesso nella gazzetta ufficiale, quindi dai primi giorni di settembre, per tutte le procedure di importo pari o superiore ai 100.000 euro, quindi anche nella particolare fascia intermedia stabilita dall' articolo 157, comma 2, del codice. Il bando-tipo contiene diverse parti adeguabili, ma rafforza alcuni dato normativi presenti nel Dlgs 50/2016 e nei provvedimenti attuativi dello stesso, come ad esempio l' obbligo di specificazione del metodo di calcolo dei compensi posti a base d' asta. Iscrizione all' albo dei commissari di gara Dal 10 settembre i dipendenti di amministrazioni aggiudicatrici e i professionisti possono iscriversi all' albo dei commissari di gara, dal quale saranno estratti a sorte i componenti delle commissioni giudicatrici. Il termine di avvio dell' operatività dell' albo è stato stabilito dall' Anac con il comunicato del presidente del 18 luglio 2018, con il quale sono state definite le istruzioni operative in correlazione con le linee-guida n. 5 e con il decreto del ministero delle infrastrutture che ha definito le tariffe per i compensi dei commissari.
L' Autorità, ha precisato anche che l' utilizzo dell' albo da parte delle stazioni appaltanti sarà obbligatorio dal 15 gennaio 2019, nonché ha aggiornato con un ulteriore comunicato l' allegato alle linee-guida contenente le sottosezioni alle quali possono iscriversi gli esperti. Gestione informatizzata delle procedure di gara Il momento più critico per le stazioni appaltanti si sta avvicinando con la data del 18 ottobre, giorno dal quale le comunicazioni e gli scambi di informazioni nell' ambito delle procedure disciplinate dal codice svolte dalle stazioni appaltanti dovranno essere eseguite utilizzando mezzi di comunicazione elettronici.
Le amministrazioni aggiudicatrici devono dotarsi di soluzioni informatiche o utilizzare quelle già disponibili (in alcune Regioni, le centrali di committenza regionali hanno messo a disposizione piattaforme utilizzabili sia per gli acquisti sottosoglia che per le più articolate procedure soprasoglia), con le quali gestire le gare per gli appalti e per le concessioni. Da questa stessa data anche il documento di gara unico europeo dovrà essere gestito con le piattaforme informatiche e non potrà più essere trasmesso su supporto (cd rom o pen drive), come invece avviene ora nel periodo transitorio sulla base delle indicazioni formulate dal Ministero delle Infrastrutture con il comunicato del 30 marzo 2018.
Dal 18 ottobre, infatti, il dgue dovrà essere predisposto esclusivamente in conformità alle regole tecniche che saranno emanate dall' Agid in base all' articolo 58, comma 10, del codice dei contratti pubblici. Per tutte le procedure di gara bandite a partire dal 18 ottobre, eventuali dgue di formati diversi da quello definito dalle regole tecniche saranno considerati quale documentazione illustrativa a supporto. Consultazione per modifiche al Codice Entro il 10 settembre potranno essere presentati i contributi tecnici per la consultazione online indetta dal ministero delle Infrastrutture con il fine di acquisire elementi utili per la revisione del codice dei contratti pubblici. Il ministero ha sottoposto alla platea degli operatori economici e delle stazioni appaltanti una focalizzazione sulle disposizioni ritenute più critiche, individuando anche più opzioni, sulle quali possono essere formulate proposte focalizzate. Tra gli elementi condotti al confronto pubblico assumono rilievo la possibilità di eliminazione dell' albo dei commissari di gara (o del suo utilizzo facoltativo) e la riformulazione del sistema di qualificazione delle stazioni apapltanti.

 

A cura di Quotidiano Enti Locali e PA (Sole 24 Ore) del 13/08/2018 - autore ALBERTO BARBIERO


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2015
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2017
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy