Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Responsabile unico, direttore dei lavori e progettista: cariche non cumulabili per opere «complesse»

Responsabile unico, direttore dei lavori e progettista: cariche non cumulabili per opere «complesse»
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
20
GIU 18

Il responsabile unico del procedimento non può assumere anche le funzioni di direttore lavori e progettista per i opere di speciale complessità o di particolare rilevanza sotto il profilo architettonico, ambientale, storico-artistico e conservativo, oltre che tecnologico, e per i progetti integrali ovvero di interventi di importo superiore a 1.500.000 euro.

Il Tar Friuli, con la sentenza 183/2018 , ha chiarito che non è un lavoro di speciale complessità o di particolare rilevanza il rifacimento della pavimentazione di una strada, ossia la sostituzione delle vecchie lastre con lastre nuove, seppure si tratti di una strada vincolata.
Il caso Nella fattispecie alcuni commercianti e un' associazione privata, costituita sin dal 1968 per la tutela, la conservazione e la valorizzazione di una strada del centro storico cittadino, hanno impugnato la delibera della giunta comunale di Udine che ha approvato il progetto esecutivo, con il parere favorevole della soprintendenza, di risanamento conservativo di Via Mercatovecchio e gli atti presupposti. I giudici hanno ritenuto procedibile il ricorso facendo leva sulla vicinitas, ossia lo stabile collegamento con l' area interessata dall' intervento contestato, fonte di legittimazione dei ricorrenti, poiché li differenzia dalla generalità dei consociati.
La nomina del Rup era stata disposta con l' approvazione del piano esecutivo di gestione del settore mobilità del Comune per il triennio 2016-2018, nel quale era incluso il rifacimento della pavimentazione della via. Inoltre è stata giudicata legittima la nomina del dirigente di settore a capo del gruppo di progettazione, poiché non integrava un situazione di conflitto di interessi. Infatti, i dirigenti sono esclusi dalla percezione dei compensi di progettazione, in base all' articolo 11 della legge della regione Friuli 14/2002 e al principio di onnicomprensività della retribuzione.
Anac Il Tar richiama le linee guida Anac 3/2016, approvate con deliberazione n. 1096/2016, sul Rup. Esse sono state aggiornate con delibera del consiglio dell' 11 ottobre 2017 n. 1007, in cui è stato chiarito che restano fermi l' incompatibilità tra lo svolgimento dell' attività di validazione e lo svolgimento, per il medesimo intervento, dell' attività di progettazione e il disposto dell' articolo 26, comma 7, del Dlgs 50/2016. Quest' ultimo preclude lo svolgimento dell' attività di verifica del progetto con lo svolgimento, per il medesimo progetto, dell' attività di progettazione, del coordinamento della sicurezza, della direzione dei lavori o del collaudo.
Nel caso in cui il Rup sia incaricato della verifica del progetto lavori di importo inferiore a un milione non potrà svolgere l' attività di progettazione, né la direzione dei lavori. Come rimarcato dalle linee guida aggiornate il Rup è individuato, nel rispetto di quanto previsto dall' articolo 31, comma 1, del Dlgs 50/2016, tra i dipendenti di ruolo addetti all' unità organizzativa inquadrati come dirigenti o dipendenti con funzioni direttive o, in caso di carenza in organico della suddetta unità organizzativa, tra i dipendenti in servizio con analoghe caratteristiche. Per svolgere anche le funzioni di progettista o di direttore dei lavori il Rup dev' essere in possesso di specifici requisiti professionali. Serve non solo il titolo di studio per l' esercizio della specifica attività richiesta, ma anche l' esperienza almeno triennale o quinquennale e la specifica formazione acquisita in materia di programmazione, progettazione, affidamento ed esecuzione di opere e servizi pubblici, da parametrare, a opera del dirigente dell' unità organizzativa competente, in relazione alla tipologia dell' intervento.

 

A cura di Quotidiano Enti Locali e PA (Sole 24 Ore) del 20/06/2018 - autore MARIA LUISA BECCARIA


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2015
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2017
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy