Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Codice dei contratti: Direzione ed Esecuzione dei lavori in ordine sparso

Codice dei contratti: Direzione ed Esecuzione dei lavori in ordine sparso
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
21
MAR 18

Dalla data di entrata in vigore del Nuovo Codice dei contratti e, quindi, dal 19 aprile 2016 (sono passati quasi due anni!!) non ci sono più regole sull’esecuzione dei lavori perché l’apposita Commissione (cosiddetta “Commissione Manzione”) del DAGL (Dipartimento affari giuridici e legislativi) della Presidenza del Consiglio dei Ministri o volutamente o per una svista abrogò, dimenticandosi di inserire un periodo transitorio, l’intero Titolo VIII della Parte II del Regolamento n. 207/2010 che conteneva gli articoli dal 147 al 177 riguardanti, tra l’altro, le norme relative all’esecuzione dei lavori ed in particolare quelle relative alla consegna dei lavori ed all’esecuzione in senso stretto.

Siamo stati i primi a segnalare il problema (leggi articolo) che si sarebbe potuto risolvere se il Ministero con uno dei più classici decreti ministeriali avesse potuto ripristinare anche opportunamente modificate le norme che erano state inopinatamente abrogate ma l’articolo 111, comma 1 del Codice dei contratti prevedeva che “Con decreto del Ministro delle infrastrutture e trasporti, da adottare entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore del presente codice, su proposta dell’ANAC, previo parere delle competenti commissioni parlamentari, sentito il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e la Conferenza Unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono approvate le linee guida che individuano le modalità e, se del caso, la tipologia di atti, attraverso i quali il direttore dei lavori effettua l’attività di cui all’articolo 101, comma 3, in maniera da garantirne trasparenza, semplificazione, efficientamento informatico, con particolare riferimento al-le metodologie e strumentazioni elettroniche anche per i controlli di contabilità”.
Orbene, a distanza di un tempo che rispetto ai 3 mesi previsti supererà i 24 mesi, ad oggi possiamo andare in ordine sparso nella scelta:

Si tratta di argomenti che erano presenti non soltanto nel previgente Regolamento n. 207/2010 ma anche, in parte, nei più antichi regolamenti n. 554/1999 e n. 350/1895.
Oggi a distanza di quasi 2 anni non è entrato in vigore il decreto di cui all’articolo 111, comma 1 del Codice dopo che:

Ovviamente, la parola fine non è stata ancora scritta e non sappiamo quando sarà scritta con il risultato che, a distanza di 2 anni dall’entrata in vigore del codice, mancano le norme di riferimento relative all’esecuzione dei lavori ed in particolare quelle relative alla consegna dei lavori ed all’esecuzione in senso stretto.
Con buona pace di tutti coloro che hanno spinto per la soluzione della cancellazione di un unico Regolamento a favore dell’adozione di una miriade di provvedimenti e senza alcun intervento di una cabina di regia che, prevista dall’articolo 212 del Codice, avrebbe dovuto avere il ruolo di indirizzo e di coordinamento e che, invece, si è dimostrata latitate.

 

A cura di LavoriPubblici.it del 16/03/2018 - autore arch. Paolo Oreto


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2015
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2017
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy