Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


La commissione di gara può correggere gli errori di calcolo se lo prevede il disciplinare

La commissione di gara può correggere gli errori di calcolo se lo prevede il disciplinare
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
23
FEB 18

La Commissione di gara può legittimamente disporre l' aggiudicazione anche nei confronti di un concorrente che non abbia indicato nell' offerta più di un sovrapprezzo e, se previsto dalla legge di gara, può correggere gli errori di calcolo riscontrati. Così il Tar Calabria, Catanzaro, Sezione I, con la sentenza n. 338/2018 .

Il caso Al termine di una procedura di affidamento di lavori di riqualificazione e adeguamento di un porto, una delle imprese non vincitrici impugnava l' aggiudicazione per due motivi. Secondo la ricorrente, l' Amministrazione avrebbe dovuto escludere l' offerta dell' impresa vincitrice, dal momento che non conteneva l' indicazione di più di un sovrapprezzo, e non avrebbe dovuto correggere gli errori di calcolo presenti nelle offerte di numerosi concorrenti. La decisione Il Tar di Catanzaro, respingendo il ricorso, ha confermato la legittimità dell' aggiudicazione, non pregiudicata dalla mancata indicazione di più voci relative al sovrapprezzo, e della clausola del disciplinare di gara che consentiva all' Amministrazione aggiudicatrice di correggere gli errori di calcolo riscontrati nelle offerte. L' approfondimento La sentenza in esame contiene due importanti principi di diritto. In primo luogo, si afferma che la mancata indicazione delle voci relative al sovrapprezzo non determina alcuna incertezza nell' identificazione dell' offerta economica. In questo caso, diversamente dalle ipotesi di omissione di più voci di prezzo (si veda la pronuncia del Consiglio di Stato, Sezione VI, 17 gennaio 2011, n. 240), si può agevolmente e ragionevolmente desumere la volontà dell' offerente di escludere l' applicazione di un sovrapprezzo nella fornitura. In secondo luogo, si riconosce la conformità alle regole dell' evidenza pubblica di una clausola del disciplinare che consenta alla Commissione di correggere gli errori di calcolo compiuti dai concorrenti e, su tale rettifica, di determinare le soglie di anomalia. A questo proposito, viene ricordato il consolidato principio per cui le offerte di gara, intese come atti negoziali, possono essere interpretate al fine di ricostruire l' effettiva volontà del dichiarante. Tale attività interpretativa può consistere anche nella correzione di eventuali errori di scritturazione e di calcolo, purché alla rettifica si pervenga con ragionevole certezza e senza attingere a fonti estranee all' offerta. 

 

A cura di Quotidiano Enti Locali e PA (Sole 24 Ore) del 23/02/2018


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2008
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2014
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy